Estorsione a ristoratore di Ceppaloni, tutti assolti.

E’ terminato oggi il processo a carico di Sparandeo Corrado, Sparandeo
Silvio, Piscopo Giuseppina e Di Pietro Italo, accusati del reato di estorsione
aggravata dal metodo camorristico a danni del titolare di un Pub, nell’ambito del
quale il P.M. ( Dr. Conzo) aveva chiesto la condanna a 14 anni di reclusione per il
primo ed a 10 anni e otto mesi di reclusione per i restanti imputati. Tabula rasa 2′ il nome in codice dato all’operazione che era finita all’attenzione dell’opinione pubblica il 26 gennaio del 2015, con l’esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare. I destinatari erano poi tornati in libertà in momenti diversi. Il collegio difensivo composto dal Presidente Rotili – a latere Di Carlo e D’Orsi all’esito dell’arringa difensiva da parte dell’avvocato Antonio Leone, ha emesso sentenza assolutoria con formula piena – perché il fatto non sussiste – . Gli imputati sono stati difesi dall’avvocato Antonio Leone e dall’avv. Cristina Caracciolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.