Ferrovia Via Valle Caudina, odissea senza fine per i pendolari.

Ennesima odissea per i pendolari del treno Benevento – Napoli, via Valle Caudina. Il convoglio, pieno zeppo di pendolari, lavoratori e studenti, che doveva arrivare alle otto alla stazione di Napoli, si è fermato nei pressi della stazione di Acerra, verso le sette e trenta. E’ ripartito solo un’ora dopo alle otto e trenta e nessuno si è degnato di dare uno straccio di spiegazione. Non dovrebbe trattarsi di un guasto, in quanto i viaggiatori non hanno visto arrivare nessuna squadra di manutenzione né, tantomeno, come spesso avviene hanno effettuato un trasbordo su un altro convoglio o su un pullman, come succede spesso. Dopo lo stop di un’ora, è ripartito ed è giunto alle stazione di Napoli, quando erano oramai passate anche le nove. E così, chi si era alzato all’alba per arrivare in tempo al lavoro o a lezione, o per prendere una coincidenza verso Roma e Napoli, si è visto mandare all’aria tutti i piani della giornata. Con l’arrivo del nuovo treno, ora dovrebbe essere questione di settimane, queste odissee dovrebbero terminare. Si dovrebbe dare pari dignità anche ai viaggiatori di quella tratta. C’è una cosa ,però, che fa molta rabbia a chi è rimasto bloccato. Nessuno si è degnato di dare una spiegazione per quello che stava succedendo. Questo modo di trattare le persone è davvero inqualificabile, i vertici della società che gestisce i trasporti dovrebbero scusarsi ed assicurare che tutto questo non debba succedere mai più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*