Festa della donna “amara” per una 49enne. Arrestato il compagno 32enne, responsabile di minacce e lesioni.

Gli Agenti della sezione Volanti hanno tratto in arresto un 32enne di nazionalità romena, responsabile di maltrattamenti e lesioni personali in danno della propria compagna 49enne. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri allorquando in Rione San Tommaso veniva richiesto l’intervento dei poliziotti a seguito di una violento alterco tra l’uomo e la donna che, nella circostanza, dopo essere stata strattonata con violenza tanto da rovinare in terra, riusciva faticosamente ad alzarsi e trovare riparo all’interno di un bar. Sul posto intervenivano gli Agenti che, rintracciata la coppia ancora all’interno del bar, sin da subito notavano che le lesioni riportate in volto dalla donna non erano state causate nell’immediatezza e pertanto decidevano di approfondire l’accaduto. Dagli Accertamenti esperiti emergeva che l’uomo era stato l’autore di quelle lesioni causate, non sul luogo dell’intervento, bensì la sera precedente, al termine della festività dell’8 marzo. Si acclarava infatti che il romeno aveva invitato la propria compagna a trascorre una piacevole serata presso la pizzeria ove prestava attività lavorativa per farla assistere ad uno spettacolo musicale, culminante con l’esibizione di uno spogliarellista. Proprio quest’ultimo era stato la causa scatenante del litigio e delle successive percosse in quanto nel corso dello spettacolo aveva invitato la compagna del giovane romeno a prendere parte al numero, invitandola a sedersi su una sedia posta sul palco, allestito per l’occasione. Nonostante il 32enne romeno fosse tentato di intervenire spinto da forte gelosia, nell’osservare la propria donna quale parte attiva dello spettacolo, continuava la propria attività lavorativa, riservandosi però di chiedere spiegazioni sul perché avesse accettato di essere coinvolta. Sembrava che il tutto fosse finito in una bolla di sapone, ma così non è stato visto che al rientro in casa inveniva inizialmente con parole offensive all’indirizzo della compagna per poi colpirla ripetutamente con schiaffi, calci e pugni nonché, per dar sfogo a tutta la propria rabbia e violenza repressa, con una sedia nella schiena. Sulla base di ulteriori accertamenti investigativi veniva acclarata la natura violenta ed aggressiva dello stesso, tra l’altro responsabile di precedenti analoghi episodi, che veniva tratto in arresto in attesa del giudizio per direttissima previsto per l’odierna mattinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.