Festa Ultras “80 anni Audax Cervinara”.

Ottanta anni di storia, con una grande costante, il tifo che non è mai venuto meno. Nei momenti di gloria ed in quelli buoi, l’Audax Cervinara ha potuto sempre contare su persone che l’ hanno sostenuta ed hanno seguito le sue gesta. Tutto questo ha fatto della squadra di Cervinara qualcosa di unico nel panorama regionale e nazionale. Nessuna squadra non professionistica può contare di avere gradinate sempre piene in casa ed un nucleo duro che la segue in trasferta, con qualsiasi tempo ed anche nell’era delle pay tv, quando la domenica da casa puoi seguire, comodamente seduto in poltrona, tutte le partite che vuoi. A Cervinara, il fattore dodicesimo uomo in campo è qualcosa di concreto e lo sanno bene tutti gli allenatori ed i calciatori che vengono da queste parti. Proprio quest’anno, l’Audax compie 80 anni. Ed i tifosi hanno voluto salutare questo momento con una festa che si è svolta alle spalle del palazzo comunale. Una festa per percorrere una storia lunga e gloriosa che ha fatto di un piccolo centro di provincia, una realtà del calcio dilettantistico campano. La festa arriva nell’immediata vigilia dell’inizio di una nuova stagione quando si spera di poter fare un campionato di vertice per vincere e tornare in Eccellenza. Se così dovesse essere, il Canada tornerà ad essere il catino infuocato temuto da tutti. Ma se la squadra dovesse arrancare, il calcio, infatti, non è una scienza perfetta, non verrà mai meno il sostegno dei veri tifosi. Insomma, la festa di ieri, è servita soprattutto per rinsaldare le fila. Un momento di orgoglio per premiare e ricordare tutti coloro che hanno contribuito a scrivere una storia che è lunga ottanta anni e che vuole continuare alla grande. Facendo sempre i conti, con la scaramanzia, che non deve mai essere sottovalutata, proprio venti anni fa, nell’annata 1995/1996 l’ Audax stravinceva il campionato di Promozione per approdare in Eccellenza ed allora, perché non riprovarci, I tifosi ci credono già, il presidente Ricci ed il suo staff sembra non abbiano lasciato nulla al caso, ora la parola spetta solo al campo da gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*