Figli coppia arcobaleno:sindaco,mi adeguerò a sentenza Corte

“Appena ci verrà notificata, procederemo alla trascrizione”. Carmine Ragano, dal 2012 sindaco di Santo Stefano del Sole, il piccolo centro di duemila abitanti in provincia di Avellino dove risiedono Giuseppina La Delta e Raphaelle Hoedts, darà corso “senza indugio” alla trascrizione nei registri dell’anagrafe comunale dei due figli della coppia “arcobaleno”, la figlia di Giuseppina, di 13 anni, e quello di Raphaelle, di tre, che le due donne hanno concepito grazie a inseminazione artificiale negli ospedali di Bruxelles e in Spagna. Il sindaco si adeguerà cosi’ alla sentenza con la quale ieri la Corte di Appello di Napoli ha ordinato la trascrizione delle sentenze del Tribunale francese con le quali si riconosceva l’adozione reciproca dei due bambini. “Non mi sono messo mai di traverso”, sottolinea Ragano che conferma gli ottimi rapporti con Giuseppina e Raphaelle. “Sono parte integrante della comunità”, e polemizza con chi, come il parlamentare del Pd Sergio Lo Giudice, nel commentare la sentenza della Corte di Appello di Napoli ha detto che “deve servire da monito a tutti quei sindaci che si rifiutano di celebrare le unioni civili”. “Personalmente – premette Ragano – non ho alcun pregiudizio di sorta, come sanno bene Giuseppina e Raphaelle, ma trovo paradossale, per non dire peggio, che quelli che dovrebbero definire un quadro legislativo certo su una materia complessa e non lo fanno chiedano poi ai sindaci di sostituirsi a loro e travalicare leggi e norme che loro per primi non sono riusciti a cambiare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*