Fine settimana intenso per i militari di Strade Sicure del Raggruppamento Campania.

Nei giorni scorsi una pattuglia di militari dell’ Esercito impiegata nell’operazione Strade Sicure in attività di presidio in piazza “Garibaldi” è intervenuta per fermare un uomo inseguito da un’agente di polizia. L’uomo, di origine Rumena, veniva raggiunto e posto in stato di fermo dai soldati dopo una fuga rocambolesca tra la gente che al momento affollava la piazza, il pusher, durante la fuga, ha cercato di liberarsi di un involucro metallico, immediatamente recuperato dai militari. L’uomo in stato di fermo, veniva accompagnato presso il comando della Polizia Ferroviaria della Stazione Centrale e durante la perquisizione personale, venivano rinvenuti circa 3600 euro, mentre l’involucro in metallo, gettato durante la fuga, risultava contenere quasi 5 grammi di eroina già divisa in dosi. Il fermato pertanto veniva inviato a giudizio per direttissima per i reati di spaccio e detenzione di stupefacenti. Sempre in Piazza Garibaldi una pattuglia notava due persone, di cui una armata con una bottiglia rotta, correre inseguite da un gruppo di altre quattro persone, tutti presumibilmente extracomunitari. I militari sono immediatamente interventi e all’atto del fermo del personale da parte della pattuglia, sopraggiungeva anche un uomo, anch’esso straniero, che si è appreso successivamente essere la vittima di un tentativo di una rapina ,da parte dei due inseguiti, con copiose perdite di sangue dalle braccia. Prontamente il drappello calmava gli animi dei presenti e chiamava sul posto i soccorsi per l’uomo ferito e la polizia di Stato per le verifiche di competenza in quanto i fermati risultavano privi di documenti di riconoscimento. I due inseguiti, entrambi di origine Egiziana, risultavano irregolari sul territorio nazionale e secondo quanto emerso dalle testimonianze degli inseguitori e dell’ uomo ferito si erano resi responsabili di una tentata rapina e per tanto venivano denunciati. I militari dell’Esercito, dall’agosto 2008, attraverso una presenza costante e capillare presidiano il territorio, in concorso e congiuntamente alle Forze dell’Ordine, per aumentare il livello di sicurezza dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.