Francesco Maria Bianco chiarisce la propria posizione processuale.

Le notizie divulgate in questi giorni mi lasciano a dir poco perplesso e disorientato anche in merito alla attendibilità sia delle “fonti” dalle quali acquisite queste informazioni sia sul metodo di indagine giornalistica diretta alla “divulgazione” della notizia. Per chiarezza: È in corso un procedimento da 5 anni nella Repubblica di Slovenia ove non è stata perpetrata alcuna truffa internazionale ai danni di nessuno tant’è che non vi é nessun danneggiato né qualcuno che si sia costituito parte civile. La condotta processuale da parte della procura di Koper in Slovenia mira solo a screditare, perseguitare e diffamare il sottoscritto che ha sempre avuto in Slovenia come anche in altri Paesi d’Europa condotta specchiata ed immacolata.
La procura di Koper ha violato i principi della Costituzione slovena e quelli dello Stato di diritto. I miei legali stanno già preparando ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo per violazione dell’art 6. É un Paese che adotta metodiche processuali di matrice “foibista” nei confronti degli stranieri, soprattutto se italiani. Mi trovo a Londra per motivi professionali e non trattenuto da nessuno. Vogliate con grazia pubblicare questa mia dichiarazione a risposta del “divulgatore” sloveno di notizie false e diffamatorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.