Aveva gambizzato il suocero ed era fuggito: catturato ad Ariano Irpino.

E’ stato catturato ad Ariano Irpino nella notte, l’autore dell’aggressione avvenuta a Foggia ai danni di Carlo Mondelli, ferito all’inguine da un colpo di pistola la sera del 22 settembre in via Monsignor Lenotto e accoltellato con un paio di forbici precedentemente. Si tratta di Luciano Sponsillo, 26 anni di Foggia, con precedenti per reati contro la persona. Il movente – secondo gli inquirenti – andrebbe ricondotto a forti contrasti familiari. In occasione della seconda aggressione, rimase ferito in maniera non grave anche un familiare di Carlo Mondelli. L’uomo accusato di doppio tentato omicidio e porto illegale di armi, dopo essersi reso irreperibile e rifugiato fra la provincia di Salerno e Avellino è stato fermato durante un normale posto di blocco dagli agenti della volante del commissariato di polizia di Ariano Irpino ed arrestato, mentre viaggiava insieme alla moglie figlia di Mondelli. Sponsillo è stato rinchiuso nel carcere di Ariano Irpino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*