Gestiva un’officina abusiva denunciato un pensionato.

Continua l’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, finalizzata alla repressione dell’illegalità sotto ogni forma. I militari della Compagnia Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, hanno individuato un’autofficina completamente abusiva, all’interno della quale venivano altresì smaltiti in maniera illecita rifiuti speciali, anche classificati come pericolosi. Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di Sant’Andrea di Conza, all’esito di un controllo effettuato presso un locale adibito ad officina meccanica, constatavano che l’attività non disponeva di alcuna delle autorizzazioni previste dalla Legge: mancava infatti dell’iscrizione nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato ed era priva di qualunque autorizzazione sanitaria e/o certificazione di agibilità e sicurezza. Dunque, senza disporre della benché minima autorizzazione prevista, un pensionato del luogo aveva messo in piedi, in Conza della Campania, una vera e propria autofficina, completa di macchinari e attrezzature varie. Proseguendo l’ispezione, i Carabinieri riscontravano in stato di abbandono e senza il rispetto di alcuna precauzione igienico-sanitaria, filtri, parti meccaniche nonché dell’olio motore. Alla luce delle evidenze emerse, per il gestore dell’attività scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. Venivano altresì elevate sanzioni amministrative e l’area interessata, di circa 300 mq. è stata sottoposta a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*