Gianluca Festa chiede una seria valutazione di ciò che è successo ed un passo indietro.

“ Una seria valutazione di ciò che è successo ed un passo indietro”. E’ quanto auspica Gianluca Festa per il segretario provinciale del partito democratico Giuseppe Di Guglielmo. Il leader di Davvero, nonostante sia un dirigente del Pd irpino, rivendica il voto disgiunto, Per il presidente, Festa ha votato e fatto votare Domenico Biancardi e non il candidato ufficiale del partito Michele Vignola. Questo perché, la scelta del sindaco di Solofra è arrivata da un diktat, con un accordo preso lontano dagli amministratori locali che, ancora una volta, hanno detto basta al protrarsi di una situazione che continua a mortificare chi crede ancora in un partito aperto, dove le decisioni devono essere prese dagli iscritti e non da pochissime persone. Non solo, Festa, oltre alla sconfitta per il presidente, ricorda a Giuseppe Di Guglielmo che, il Pd ha perso anche un consigliere provinciale, rispetto a due anni fa. La pattuglia democratica a palazzo Caracciolo, infatti, è scesa da cinque a a quattro rappresentanti. Secondo Gianluca Festa, Di Guglielmo dovrebbe valutare di fare un passo indietro e lasciare poi il campo all’analisi e alle decisioni della direzione provinciale. Al di là dell’ultimatum del leader di Davvero, appare chiaro che una valutazione in via Tagliamento è diventata non più rinviabile. Il 2019, infatti, la provincia di Avellino dovrà affrontare diversi appuntamenti elettorali. Innanzitutto, si vota le europee, poi,i cittadini di diversi comuni torneranno alle urne. E, ci sono centri importantissimi come Ariano Irpino, il secondo comune per numero di abitanti dopo il capoluogo. Nella stessa città di Avellino, se dovesse andare sino in fondo la mozione di sfiducia già presentata, si tornerà a votare dopo appena un anno. Il partito democratico, uscito fuori dalle provinciali, non potrebbe mai reggere questa onda d’urto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.