Gli avvocati della Camera Penale di Benevento incrociano le braccia per tre giorni.

Niente udienze penali, da oggi a venerdì, quando è in programma un’assemblea, per l’astensione proclamata dalla Camera penale di Benevento contro la gestione delle udienze e la mancata applicazione del protocollo stipulato per lo svolgimento degli appuntamenti in aula. Nel mirino dell’organismo presieduto dall’avvocato Monica Del Grosso sono finite “le evidenti difficoltà di celebrazione delle udienze penali monocratiche e collegiali, salvo rare eccezioni, nel rispetto di quanto stabilito dal Protocollo”. Una situazione non mutata anche dopo l’intervento del presidente del Tribunale, che aveva “sollecitato i magistrati al rispetto delle disposizioni previste”; in alcuni casi, infatti, “si è assistito ad un ulteriore deterioramento delle già incresciose condizioni in cui gli avvocati sono chiamati ad esercitare le proprie prerogative difensive”. Attenzione centrata sui “disagi arrecati all’utenza a causa della quotidiana fissazione di un numero di processi sproporzionato ed ingestibile, e ai difensori, i quali, impegnati in udienza fino a tarda ora, sono sostanzialmente impossibilitati a proseguire proficuamente l’attività professionale nei rispettivi studi”. Un quadro che ha indotto la Camera penale, considerato “che anche le udienze penali dinanzi al giudice di pace risultano gestite in modo confuso e disordinato”, a indire la protesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.