Gli scavi archeologici dell’antica Caudium, la vita sociale ed economica al tempo dei Sanniti.

Gli scavi archeologici dell’antica Caudium, la vita sociale ed economica al tempo dei Sanniti, saranno al centro di un interessante incontro che si svolgerà domani mattina, alle ore 11,00, presso la biblioteca comunale Amico Libro,che si trova in piazzetta della Pace a Montesarchio. Protagonista sarà l’archeologo Giampiero Galasso che, tra le altre cose, ha diretto degli importanti scavi anche a Montesarchio, dove ricordiamo nel sottosuolo esiste la più grande necropoli della civiltà sannitica. Proprio lo scorso anno, in via Napoli, è stato ritrovata un nuova tomba, al cui interno è stato rinvenuto un vaso attico, risalente, molto probabilmente, al sesto secolo Avanti Cristo, E, a quanto sembra, a differenza di altri crateri, che erano splendidamente prodotti nelle colonie greche della Magna Grecia, questo arrivava direttamente dalla città di Atene, Uno simile, si trova al museo archeologico di Napoli. Ma, la testimonianza di quest’ultimo reperto, rinvenuto a Montesarchio serve soprattutto a far capire l’altissimo grado culturale che aveva, già sei secoli prima di Cristo, la costellazione delle città sannitiche. Per intenderci, all’epoca Roma era poco più di un villaggio, Proprio questi aspetti, forse, colpevolmente, poco noti sono stati al centro di una serie di approfondimenti da parte della Biblioteca Amico Libro, di proprietà comunale, di cui è presidente Alfonsina Dello Iacovo che è anche la delegata alla cultura della giunta Damiano, L’ iniziativa di domani coinvolge anche le scuole, infatti sia l’istituto superiore Enrico Fermi che l’Aldo Moro, hanno chiesto di poter partecipare con due classi che si occupano di questi argomenti e, quindi, grazie alla presenza di Galasso intendono approfondire. Al di là dell’incontro di domani, la biblioteca comunale Amico Libro sta ottenendo un grande successo. Numerosi giovani consultano libri ed usano le postazioni internet. Addirittura, qualche ragazzo, usa i locali come luogo per lo studio. Ed è proprio questo ciò che dovrebbe avvenire in tutti i paesi, mettere a disposizione luoghi e strutture per far crescere la cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.