Guido Coletta si è professato innocente ed estraneo al fatti contestatigli

Nel carcere di Bellizzi dove è detenuto dall’alba di lunedi mattina, si è tenuto l’interrogatorio di garanzia di Guido Coletta, l’imprenditore 38 enne di Cervinara tratto in arresto nell’ambito dell’operazione Rekord. Coletta è comparso davanti al Gip del Tribunale di Avellino Fabrizio Ciccone delegato del Gip del Tribunale di Como, Ferdinando BAUTIER DE MONGEOT e assistito dagli avvocati Francesco Perone e Domenico Mauro delegato dell’avv.Martinelli del foro di Como, ha risposto alle domande del Gip. L’imprenditore ha professato la propria innocenza ed ha fornito adeguate spiegazioni a tutte la accuse mossegli chiarendo la sua posizione e dichiarandosi estraneo ai fatti alla base dell’ordinanza cautelare in carcere. Ora gli atti dell’interrogatorio saranno trasmessi al Gip di Como e nel frattempo appare certo che i difensori di Guido Coletta presenteranno ricorso al Tribunale del Riesame per chiedere la scarcerazione dell’imprenditore o in alternativa una misura meno afflittiva. Ricordiamo che l’operazione Rekord ha portato all’esecuzione di 17 ordinanze di custodia cautelare, di cui 8 in carcere, di sequestri, finalizzati alla confisca anche per equivalente, per 85 milioni di Euro e di 25 perquisizioni locali. Il valore complessivo della frode ammonta a 300 milioni di Euro di imponibile, 60 milioni di Iva evasa e 25 milioni di imposte sui redditi sottratte al fisco..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*