I Sepolcri di Foscolo e i Nostri Defunti. La nota di Franco Petraglia.

CimiteroIl nostro grande Foscolo levava la sua voce laica in difesa dei sepolcri e innalzava un monumento in onore dei cimiteri come luogo di memoria perenne, di perpetuo incontro tra i morti e i vivi, in un’edificante corrispondenza d’amorosi sensi. E domani, per la commemorazione dei defunti, ricordiamoci con gratitudine di quelli che ci sono cari, perché hanno illuminato la nostra vita. Ma ricordiamoci anche di quelli di cui non conosciamo i nomi e che forse non hanno nessuno che preghi per loro: i tantissimi migranti-profughi che hanno perso la vita tragicamente. E’ un atteggiamento sicuramente di riconoscenza che ci guida, ma anche uno spirito di fraternità , di solidarietà e di fede verso ogni uomo e donna di qualsiasi colore, etnia, credo. S.Agostino diceva:” La più fredda tomba dei morti è il cuore dei vivi quando li dimentica“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.