Iannace torna in Consiglio Regionale.

Accolto il ricorso del consigliere regionale Carlo Iannace, eletto alle ultime regionali nella lista “De Luca presidente”. Il chirurgo, direttore dell’Unità senologica del Moscati, era stato condannato in primo grado per truffa e falso dal Tribunale di Avellino a 6 anni con sospensione per 5 anni dai pubblici uffici nell’ambito del processo scaturito dall’inchiesta Welfare al Moscati di Avellino. I legali di Iannace hanno fatto ricorso opponendosi alla sentenza in appello. Ma nel frattempo il consigliere, per effetto della legge Severino, era stato costretto a lasciare i banchi della maggioranza in consiglio regionale dove era stato eletto con circa ottomila preferenze. Oggi la Prima Sezione del Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso contro la sospensione dalla carica e ha dunque sospeso il decreto di sospensione a carico del consigliere in attesa della sentenza della Corte Costituzionale. Finisce l’avventura in consiglio regionale di Francesco Todisco, primo tra i non eletti nella lista «De Luca Presidente» nel collegio elettorale di Avellino, che aveva sostituito Iannace nell’aula di Palazzo Santa Lucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*