IIA: divisi sotto il traguardo

Il dietro le quinte di questa fase convulsa della vertenza di Industria Italiana Autobus, ci consegna un consiglio di fabbrica diviso e indebolito. Registriamo, scrivono in una nota la RSA Fismic Giovanni Garofano e Gerardo Novino, l’ennesimo comportamento scorretto da parte di chi vorrebbe imporre la propria linea politica, senza consultare tutte le Rsa. Questo modo di procedere a Zig- Zag indebolisce tutto il sindacato , proprio nella fase in cui i lavoratori hanno bisogno del massimo sforzo di unità per cogliere finalmente l’ obiettivo della riapertura della fabbrica. Da Napoli ad oggi c’è stato un crescendo di iniziative non concordate con l’unico obbiettivo di riprendersi la scena pubblica a prescindere dai risultati. Le dichiarazioni di guerra partite da Bologna sono state Imposte a noi senza un minimo di confronto politico. C’ è il sospetto, continuano Garofano e Novino che si voglia far saltare tutto perché Bologna sogna di ritornare alle partecipazioni statali.
La nostra priorità invece è lo sblocco del fondo di investimento di Invitalia che si applica solo nel Sud e che darà una svolta concreta alla reindustrializzazione della nostra fabbrica. A noi e ai nostri colleghi interessa solo ritornare a lavorare , concludono Garofano e Novino e per questo ci batteremo fino in fondo. A Del Rosso chiediamo chiarezza e determinazione e dopo l’incontro del 22 giugno con l’Assessore all’industria , convochi il consiglio di fabbrica per affrontare e risolvere le questioni occupazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.