Il Benevento, ricorre contro il deferimento per evitare la penalizzazione.

pallotta e auteriIl Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto ricorsi da parte di nove società contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio. I ricorsi si riferiscono alla delibera del Presidente federale del 4 settembre 2015 con la quale sono stati individuati i criteri di retrocessione per il Campionato di Lega – Pro – Divisione Unica 2015/2016. Le società ricorrenti chiedono al Collegio di annullare la suddetta delibera del Presidente Federale del 4 settembre 2015, nella parte in cui dispone che sia mantenuta la “regola delle tre retrocessioni per ogni singolo girone” per il Campionato di Lega Pro stagione sportiva 2015/2016. Tra le nove società figurano anche Paganese e Andria che in questo momento nel girone C respirano aria di alta classifica. Intanto il Benevento prepara la trasferta di sabato a Melfi.Non ci sarà ancora Ghigo Gori, per colpa di poche ore di differenza sulla scadenza della squalifica: al Valerio si gioca alle 20,30, la sua squalifica scade a mezzanotte del 3 ottobre. In società si lavora invece per mettere a punto la strategia difensiva per evitare di avere la penalizzazione per via della fideiussione presentata in ritardo. La pratica è nelle mani dell’avvocato Cesare Di Cintio, noto per aver difeso il Novara e costretto l’anno scorso il Coni a rimettere in sesto in serie B il vecchio format a 22 e dunque a ripescare una squadra al posto del Siena che era fallito. Il legale lombardo ha già presentato ricorso avverso il deferimento che la Figc ha inteso fare nei confronti del Benevento dopo che la Covisoc l’aveva avvisata della vicenda della fideiussione. Si pensava che già questa settimana potesse esserci qualche responso, invece bisognerà attendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*