Il Sottosegretario Del Basso De Caro: “Telesina, al via i lavori della pavimentazione”

“Nei prossimi giorni partiranno interventi di manutenzione ordinaria per il ripristino della pavimentazione della statale Telesina in punti maggiormente ridotti in cattive condizioni”. Ad annunciarlo è il Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Umberto Del Basso De Caro. “Interventi programmati da qualche mese dal Ministero delle Infrastrutture e dall’Anas – continua il Sottosegretario – e che fanno parte di un piano regionale di manutenzione di tutte le arterie Anas Campania. Inoltre nel mese di maggio verrà avviato un più ampio intervento di rifacimento di pavimentazione già previsto, e sottolineo già previsto, mediante Accordo Quadro, per un impegno di spesa di circa 3 milioni di euro”. Non solo la pavimentazione, Del Basso De Caro evidenzia anche che “entro l’estate prenderanno il via ulteriori interventi di manutenzione, già finanziati, per un totale di oltre 18 milioni di euro, che riguardano alcuni viadotti situati lungo la Telesina, sul Raccordo Autostradale di Benevento e sulle statali 87 “Sannitica”, la 90 “delle Puglie” e la 7 “Appia”.”. In merito al viadotto ‘Pantano’, situato anch’esso sulla Telesina, il Sottosegretario rassicura che “sono stati stanziati oltre due milioni di euro per l’intervento di manutenzione del viadotto”.
Del Basso De Caro poi rileva che “è in fase di attuazione l’intervento di raddoppio a quattro corsie della ‘Telesina’ e che i lavori, suddivisi in due lotti, sono stati inseriti nel Contratto di Programma Anas 2016-2020, approvato dal CIPE il 7 agosto 2017. Nel dettaglio, i lavori relativi al primo lotto, dallo svincolo di San Salvatore Telesino allo svincolo di Benevento, per un costo complessivo di oltre 460 milioni di euro rientrano nel più ampio intervento di raddoppio dell’itinerario Caianello-Benevento, ovvero dall’Autostrada A1 Roma-Napoli fino a Benevento. Ed in merito a qualche dichiarazione ironica sulle diverse approvazioni del progetto voglio semplicemente dire che il sottoscritto, da solo, ha combattuto ed ottenuto (nell’aprile 2015) la revoca del promotore privato dell’appalto, la Net Engineering e Geodata, riconducendo l’opera in capo all’Anas. Quindi l’Anas ha dovuto rifare tutto il progetto: in parole povere si è ripartiti da zero! Il nuovo progetto ha dovuto riavere i nuovi pareri, le nuove approvazioni in varie commissioni, ecc ecc. Ed io rivendico con forza questa scelta di aver riportato l’opera in capo all’Anas – afferma ancora Del Basso De Caro – perché se fosse rimasto tutto come programmato da anni, ossia con il project financing, i cittadini avrebbero dovuto pagare il pedaggio e poi molti svincoli sarebbero saltati. Ed invece così non sarà: la Telesina non sarà pedaggiata e gli svincoli resteranno.
Relativamente al secondo lotto, da Caianello a San Salvatore Telesino – annuncia poi il Sottosegretario – è in fase di avvio la gara per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo. Questa dunque è la verità dei fatti, questa è la riprova di un’attenzione costante da parte del Governo di centrosinistra verso il nostro territorio. Qualcuno sa fare solo il capopopolo, agitandosi a vuoto ed a volte anche con una ironia becera: consiglio loro di leggere bene i documenti, se li sanno comprendere. C’è chi urla da rivoluzionario e chi fa i fatti in silenzio. Io – conclude Del Basso De Caro – faccio parte della seconda categoria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.