Il 14 gennaio del 2016 aveva ucciso a coltellate l’amante della moglie, condannato a 16 anni.

Aveva ucciso a coltellate l’amante della moglie. Il Tribunale di Benevento giudice Maria Ilaria Romano ha condannato Alessandro Palermiti di 53 anni di Montaguto, a 16 anni di carcere oltre al risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede in favore delle parti civili, per ciascuna delle quali è stata disposta una provvisionale di 50mila euro. Palermiti secondo l’accusa aveva ammazzato a coltellate, il 14 gennaio dello scorso anno, Halili Tahi, 49 anni, un cittadino albanese, residente in provincia di Foggia, che aveva una relazione con la moglie. Il dramma si era consumato ad Ariano Irpino, nella zona industriale di Camporeale in una piazzola adiacente all’agriturismo nel quale la donna, che aveva già lasciato l’abitazione di famiglia, lavorava come cameriera. L’uomo che è stato giudicato con il rito abbreviato si trova attualmente recluso nel carcere di Ariano irpino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*