In Avellino e Provincia la Polizia di Stato denuncia sette persone

Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nel corso di mirati controlli del territorio finalizzati a reprimere i reati in genere ha identificato e denunciato all’Autorità Giudiziaria cinque persone che a vario titolo si sono rese protagoniste di furti.
Presso un centro di scommesse sportive cittadino un 40enne di Avellino, pluripregiudicato, dopo aver perso la somma di 2700 euro alle slot-machine, nel tentativo di recuperare il denaro, si armava di un grosso cacciavite e dopo aver forzato il meccanismo di chiusura della macchinetta, asportava dall’interno la somma di 1500 euro, dandosi poi a precipitosa fuga. Lo stesso veniva però intercettato dagli Agenti in servizio di pattuglia all’interno di altra sala giochi e denunciato in stato di libertà per furto aggravato. All’interno di un ipermercato, due donne, una 37enne ed una 22enne entrambe della Provincia di Salerno, asportavano dagli scaffali del centro commerciale numerose bottiglie di liquore per una valore di circa 250 euro. Le stesse però venivano notate dalla gestore del negozio che allertava immediatamente il 113. Su posto gli Agenti di Polizia riuscivano a bloccare una delle due ladre mentre l’altra, datasi alla fuga, veniva rintracciate e fermata poco dopo in prossimità di piazza Kennedy. Le due donne, gravate tra l’altro da numerosi pregiudizi di polizia per furto, sono state pertanto denunciate in stato di libertà per tentato furto. Nell’ambito dei servizi finalizzati a reprimere il reato dei furti in appartamento, veniva fermata una vettura di grossa cilindrata con targa bulgara, con a bordo due cittadini di nazionalità romena. I due, pluripregiudicati per reati specifici, risultavano già segnalati da altri uffici investigativi di Polizia in quanto, nel decorso mese di febbraio, allo scopo di coprire la fuga di alcuni complici, resisi responsabili di furto, avevano speronato a Pisa, una vettura della Polizia. I due soggetti, sottoposti a perquisizione venivano trovati in possesso di numerosi arnesi atti allo scasso, chiavi adulterine e grimaldelli e pertanto, dopo le incombenze di rito venivano denunciati e muniti di foglio di via obbligatorio.
Inoltre, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Cervinara hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due pregiudicati del luogo perché responsabili del delitto di ricettazione. Infatti, nel corso di una perquisizione domiciliare, effettuata all’interno di un garage in uso agli stessi, i poliziotti rinvenivano alcuni Kg. di rame, di sospetta provenienza illecita ed un cartello stradale presumibilmente di provenienza furtiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.