In casa una serra per coltivare marijuana

Allegato_0I Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio, nell’espletamento dei servizi predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Benevento per il contrasto della criminalità diffusa, hanno tratto in arresto per i reati di detenzione di sostanze stupefacenti Bocchini Alessandro, 20 anni, nullafacente e noto alle Forze di Polizia. Il ragazzo è stato intercettato da una pattuglia di Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio, in viale dei Sanniti dove si aggirava a bordo del suo ciclomotore.
Una volta fermato, i Carabinieri, a seguito di una perquisizione personale, gli hanno rinvenuto indosso sette stecchette di hashish per complessivi gr. 8 circa, nascoste all’interno delle tasche dei pantaloni; motivo per cui i militari hanno anche deciso di approfondire i controlli presso la sua abitazione.
Infatti, i Carabinieri hanno rinvenuto nei vari locali dell’abitazione del giovane due piante di marijuana entrambe dell’altezza di m. 1,50 in buono stato vegetativo ed interrate in altrettanti vasi di plastica; una cesta in vimini contenente alcune foglie essiccate di marijuana; ulteriori gr. 3 di hashish contenuti all’interno di un involucro di carta stagnola; 12 grinder usati per mescolare le sostanze stupefacenti al tabacco; un contenitore in plastica trasparente con all’interno 5 piantine di marijuana anch’esse in buono stato vegetativo ed alcuni semi presumibilmente della stessa sostanza stupefacente.
Quello che però ha attirato di più l’attenzione dei Carabinieri è il fatto di avere rinvenuto un armadietto in legno trasformato artigianalmente in una serra per la coltivazione delle piante di marijuana: infatti all’interno dell’armadietto i militari hanno anche trovato una lampada alogena di forte potenza installata in modo da illuminare e riscaldare le piante di marijuana in modo da favorirne una crescita veloce.
Inoltre, a seguito di ulteriori verifiche, i Carabinieri hanno anche appurato che il ragazzo circolava a bordo del suo ciclomotore senza essere in possesso di copertura assicurativa obbligatoria in quanto mai attivata; per cui i Carabinieri hanno proceduto al sequestro del veicolo ai fini della confisca.
Infine, al termine delle operazioni, il ragazzo è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di detenzione domiciliare, così come peraltro disposto dal PM di turno presso la Procura della Repubblica – Dr.ssa Miriam Lapalorcia – immediatamente avvisata del fatto.
La droga ed il materiale rinvenuto sono stati sequestrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*