Inasprire le pene nei confronti dei “piromani”.

Il deputato Angelo D’Agostino ha predisposto una proposta di legge che acuisce le pene nei confronti dei “piromani”, in particolare ”quando i roghi arrecano danni gravi all’ambiente e mettono in pericolo abitazioni e aree protette” come sottolinea una nota. Il parlamentare irpino, inoltre, ha predisposto un’interrogazione ai Ministri dell’interno e dell’Ambiente ”al fine di conoscere quali iniziative intendano adottare nell’immediato per ampliare e migliorare le attività di prevenzione degli incendi”. “I danni determinati da chi ha appiccato il fuoco sul Vesuvio e in Irpinia – afferma D’Agostino – sono incalcolabili. E’ giusto, pertanto, che i responsabili siano chiamati a risponderne con pene severissime. Attualmente, invece, le pene sono troppo lievi. Per questo già nelle prossime ore depositerò una mia proposta di legge che le acuisce portandole fino a 20 anni di reclusione nei casi più gravi”. “L’impegno profuso in queste ore da Vigili del Fuoco, Protezione Civile e forze dell’ordine – aggiunge – è encomiabile. Mi auguro, tuttavia, che il Ministro dell’Interno e dell’Ambiente ci dicano quali iniziative intendano adottare per assicurare una più efficace attività di controllo del territorio prevenendo ulteriori irreparabili danni al nostro ambiente” conclude D’Agostino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*