Incidenti lavoro: Palmeri, quadro drammatico, più sicurezza

sonia palmeriL’assessore regionale al Lavoro, Sonia Palmeri, ha incontrato il direttore interregionale del ministero del Lavoro, Renato Pingue, il direttore regionale dell’Inail, Daniele Leone, il comandante del Nucleo ispettorato del lavoro dei Carabinieri di Napoli, Francesco Palumbo, per una riunione operativa sul tema della prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro. Dall’analisi dei dati forniti dall’Inail, si legge in una nota, “è emerso un quadro drammatico con numeri impressionanti di infortuni, anche mortali, alla luce del quale si è sviluppato un lungo confronto, franco ed articolato”. “Obiettivo comune di ciascuna parte è quello di diffondere con continuità la cultura della prevenzione degli infortuni, della sicurezza sul lavoro e del rispetto della legalità. La diffusione di questo approccio deve permeare nelle scuole, nella famiglia, nelle aziende e nella pubblica amministrazione”, si sottolinea. Si sono programmate con estrema urgenza una serie di azioni da mettere in campo, nello specifico: convocazione del Comitato regionale di coordinamento per la sicurezza nei luoghi di lavoro; convocazione del Comitato regionale di coordinamento dell’attività ispettiva, volto ad implementare le linee di intervento operative concordate; attivazione urgente di un pacchetto formativo rivolto ai datori di lavoro e ai responsabili della sicurezza del lavoratori (RLS) in edilizia, in collaborazione con Inail e ministero del Lavoro. Una iniziativa gratuita che coinvolgerà tutte le aziende ed i lavoratori che manifesteranno interesse a partecipare; attivazione di percorsi divulgativi della cultura della sicurezza direttamente sui cantieri attraverso itineranti campagne informative mirate. L’assessore Palmeri tiene a sottolineare, conclude la nota, “che queste prime azioni messe in campo vanno nella direzione di fronteggiare l’emergenza che si è registrata nelle ultime ore nei cantieri campani, affinché ciascun lavoratore affronti la salvaguardia della propria sicurezza come un patrimonio da difendere per sé, per la propria famiglia e per la comunità tutta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.