Incontro riservato agli Arbitri della Campania, ai Presidenti di Società di Eccellenza e Promozione, agli Allenatori ed ai Capitani.

Dopo le magnifiche Cerimonie di presentazione dei calendari dei Campionati di Eccellenza, Calcio a Cinque e Promozione ecco che, alla vigilia della partenza dei Campionati di Eccellenza e Promozione, il Comitato Regionale della Campania, presieduto da Salvatore Gagliano, sulla falsa riga delle categorie professionistiche, organizza un incontro riservato agli Arbitri della Campania, ai Presidenti di Società di Eccellenza e Promozione, agli Allenatori ed ai Capitani.
Il suddetto incontro si svolgerà giovedì 6 settembre p.v., con inizio alle ore 17.30, nel prestigioso “Salone di Marmi” del Comune di Salerno il cui Sindaco, Arch. Vincenzo Napoli ha concesso, oltre alla disponibilità della sala, anche il patrocinio, in uno con l’intera Giunta e nello specifico anche con l’Assessore allo Sport, Angelo Caramanno.
Di tutto ciò il Consiglio Direttivo della FIGC Campania ne è estremamente grato.
Unitamente al Presidente Gagliano ed a tutti i Componenti del Consiglio Direttivo, parteciperanno il Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Campania, Virginio Quartuccio, con il Suo Staff, nonché una nutrita rappresentanza dei Direttori di gara della Campania.
Entusiasta il Presidente della FIGC Campania Salvatore Gagliano, che ha dichiarato: “Dopo lo straordinario successo delle Cerimonie di presentazione dei calendari ecco che, seguendo quanto avviene sia in Serie A, che in Serie B, riteniamo opportuno organizzare questo incontro, in quanto il nostro intento è quello di avvicinare sempre più gli Arbitri ai Dirigenti, Allenatori e Calciatori, sempre e comunque nel pieno rispetto dei ruoli. Vogliamo abituare le squadre dilettantistiche campane a comprendere in maniera definitiva che un errore arbitrale è parte integrante del gioco del calcio e va accettato con la massima sportività, così come ci auguriamo che la classe arbitrale campana, sotto la saggia guida di Virginio Quartuccio, capisca che i calciatori e le società in generale meritano rispetto e che le decisioni si devono prendere senza assumere degli atteggiamenti impositivi, che finiscono con l’indispettire chi li subisce.
Insomma questa governance vuole voltare pagina e continuare nella strada intrapresa pochi mesi fa: che è quella di debellare la violenza, far diminuire se non scomparire gli incidenti e far diventare una gara di calcio come un incontro tra veri sportivi e quindi una giornata di autentico sport. Va fatto immediatamente un esempio su tutte: due gare importantissime come la Finale Regionale di Coppa Italia Dilettanti, tra le compagini di Nola e Savoia, nonché lo spareggio Sorrento ed Agropoli, sono terminate senza che sia capitato il benché minimo episodio di violenza, in ambedue i casi erano in palio la sorte di un intero anno calcistico. Con l’auspicio che questi esempi si verifichino sempre di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.