Indizione stato d’agitazione per tutto il Personale di Comparto dell’ASL Avellino

Premesso che in data 30 Gennaio 2017 si è tenuta l’ultima seduta di contrattazione decentrata con impegni ben precisi ed in particolare a riguardo del conferimento di una fascia economica superiore;
considerato che a tutt’oggi non vi è stata, seppur richiesta, nessuna convocazione per la definizione finale del regolamento; visto che oltre alla problematica menzionata sono rimaste irrisolte criticità che coinvolgono Utenza ed Operatori, più volte segnalate in forma scritta e per le vie brevi e nello specifico:
1. Gravissima carenza di Personale in quasi tutti gli ambiti lavorativi;
2. Gravi violazioni delle normative vigenti rispetto all’orario di lavoro;
3. Utilizzo improprio di alcuni Profili Professionali;
4. Mancato rispetto, da parte della Direzione Generale, delle procedure di mobilita interna previste dal CCNL del Comparto;
5. Notevoli ritardi nelle corresponsioni economiche riferite a diverse indennità accessorie;
6. Mancata formazione degli RR.L.S ai sensi del D.Lgs. 81/08;
7. Mancato rispetto del Codice di Comportamento dei Dipendenti dell’ASL Avellino da parte di alcuni Dirigenti;
8. Criticità, ormai insostenibile, della gestione del sistema di rilevazione delle presenze.
Ciò premesso, la scrivente Unione Sindacale di Base di Avellino chiede al Sig. Prefetto di Avellino l’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e successive modifiche e integrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*