La Flai Cgil risponde al Presidente della Comunità Montana del Fortore Zaccaria Spina.

Egregio Presidente della comunita montana Fortore rispondiamo alle sue provocazioni giusto per essere conseguenziali a quanto detto in conferenza stampa e nel rispetto dei lavoratori che la Flai Cgil si onora di rappresentare. In merito a quanto dichiarato dal presidente cercheremo di rispondere sui punti per una maggiore chiarezza,e ci riferiamo alla riunione tenutasi in comunità Montana dove la scrivente con atti alla mano ha avanzato delle richieste ed il rispetto degli accordi precedenti:
PAGAMENTO MENSILITÀ ARRETRATE)
APPLICAZIONE CCNL E CIRL ADEGUAMENTI SALARI FERMI ALL’ANNO 2010)
RIQUALIFICAZIONE DEI LAVORATORI FORESTALI)
In merito al primo punto questa Comunità Montana da quanto emerge da documentazione nell’anno 2017 ha percepito dalla regione Campania circa 2.500000 neuro di cui chiusura anno 2015 e secondo SAL 2016, i lavoratori hanno percepito 3 mensilità ANNO 2017 a dire del presidente , dimenticando un particolare che Il suo ente ha chiesto ed invocato la CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI (CISOA) per circa 2 mesi retribuiti dall’INPS e non dall’ente montano quindi il pagamento 2017 è poco più di una mensilità, rimanendo a tutt’oggi arretrate la tredicesima e quattordicesima anno 2016, (COMINCIA A VENIRCI QUALCHE DUBBIO MA NON È CHE IL PRESIDENTE VIVE ANCHE LUI SULLA LUNA)
In merito all’applicazione del CCNL e CIRL paghe riferite all’anno 2010 ed al piano di RIQUALIFICAZIONE DEI LAVORATORI FORESTALI, nell’accordo precedente il presidente dichiarava di aver dato mandato agli uffici amministrativi per i conteggi degli arretrati contrattuali e che appena pronti si dava seguito alla liquidazioni e si provvedeva all’ applicazione delle tabelle vigenti: nulla di tutto ciò…… il presidente riferisce che una nota regionale impedisce l’applicazione del CCNL e delle tabelle paga in vigore, in merito alla riqualificazione dei lavoratori non si esprime poiché non vi sono le condizioni economiche disponibili per dare inizio.
Come Flai Cgil facciamo presente al presidente ed alla giunta presente al tavolo, che la regione Campania per il calcolo del finanziamento utilizza le tabelle aggiornate e non quelle del 2010 e che tutti gli enti delegati della regione applicano le tabelle aggiornate del CCNL E CIRL
solo la Cm Fortore era inadempiente, in merito alla riqualificazione si e ribadito che i finanziamenti vengono formulati con paga (OPERAIO SPECIALIZZATO ART.49 CCNL) e che si doveva dare seguito a quanto stabilito negli accordi precedenti.
(EVIDENTEMENTE IL PRESIDENTE STAVA SU MARTE)
La cm Fortore nei giorni seguenti pubblica sul suo sito un accordo sindacale non condiviso con le OOSS, poiché lo stesso non contiene quanto dichiarato dalle stesse e quindi non controfirmato, ma evidentemente non è importante per il Presidente immaginando che le sue dichiarazioni sono più che sufficienti: come Flai chiederemo merito di ciò.
In merito ai finanziamenti non ancora percepiti per l’anno 2017 vogliamo rammentare al presidente che la Cm Fortore fa parte del gruppo lavoro in Regione Campania il tavolo e costituito da UNCEM,SETTORE FORESTE , E DELEGATO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE, tutto viene stabilito nello stesso anche per quanto attiene i finanziamenti e le possibili anticipazioni di tesoreria e tutto ciò che si possa mettere in atto affinché si evitano contenziosi legali per mancato pagamento delle mensilità.
INOLTRE
Egregio Presidente non è questa OS che deve fare un plauso alla Regione ma il rappresentante legale dell’ente ed i suoi consiglieri, a noi rappresentanti dei lavoratori tocca la cosa più difficile spiegare ai lavoratori perché tanta indifferenza e superficialita’ nei confronti di un comparto lavorativo che meriterebbe più attenzione sensibilità politica, ma, e come combattere contro i mulini a vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*