La gente si toglie la vita e i politici pensano a tirarsi i capelli.

In Irpinia la gente si toglie la vita per mancanza di lavoro. L’ultimo caso ieri ad Avellino dove un 40 enne ha deciso di togliersi la vita nella cantina della sua abitazione. Da tempo non riusciva a trovare un lavoro stabile ed evidentemente la perdita pure di un lavoro precario lo ha portato all’estremo gesto. Purtroppo quando si leggono queste storie, si ha la conferma del fallimento di una classe politica che dovrebbe proteggere i cittadini e che invece li lascia allo sbando. Una classe politica deve saper dare risposti alle istanza della gente, molte volte invece chi amministra la cosa pubblica lo fa solo pensando ai propri tornaconti, al proprio orticello elettorale, favorendo questo o quello. Ci si sente con la coscienza a posto magari perchè ogni tanto si da il cinquanta o il cento euro a chi bussa alle porte del palazzo, a mo di elemosina. Ma la gente chiede invece lavoro e che soprattutto ci sia maggiore rispetto per la dignità umana. Purtroppo l’umanità è una virtù che i politici (?) sembrano aver dimenticato. Invece con il passare dei giorni diventano sempre piu’ superbi e codardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*