Per la morte sul lavoro di Carmine Vene c’è un indagato.

Per il mortale incidente sul lavoro che si è verificato ieri pomeriggio a Sant’Agata dei Goti dove ha perso la vita il 52enne Carmine Vene, c’è un indagato. E’ il titolare dell’impresa edile che stava eseguendo degli interventi nel cantiere e che il sostituto procuratore Giacomo Iannella ha ‘avvisato’, con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, in vista dell’autopsia. L’incarico per l’esame sarà affidato domani al medico legale, la dottoressa Monica Fonzo, di qui l’atto dovuto per consentire all’uomo, difeso dall’avvocato Alessandro Della Ratta, di nominare un proprio consulente. Carmine Vene era alla guida di un mini escavatore che si sarebbe ribaltato e l’avrebbe schiacciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*