La quota del 5 per mille alle politiche sociali a sostegno delle famiglie indigenti

Il Comune a sostegno di quelle famiglie che versano in condizioni economiche disagiate con particolare riguardo a coloro che soffrono i disagi allocativi. La Giunta comunale, su proposta dell’assessore alle politiche sociali Marco Cillo, ha scelto di utilizzare la somma derivante dal 5 per mille pari ad € 6.564,58 per far fronte alle attività che hanno come finalità il sostegno alle famiglie indigenti. Si è pertanto pensato ad appositi “contributi a famiglie poco abbienti” che versano in condizioni economiche disagiate con ISEE non superiore ad € 3.000,00, con particolare riguardo a coloro che soffrono i disagi alloggiativi. “La grave crisi economica – spiega l’assessore alle politiche sociali Marco Cillo – costringe i nostri concittadini, vessati da disagi per la perdita del lavoro o dalla mancanza di qualsivoglia opportunità occupazionale, a rivolgersi con sempre maggiore assiduità ai Servizi Sociali comunali. Le difficoltà più ricorrenti sono connesse ai disagi alloggiativi oltre che alla gestione quotidiana delle spese per l’acquisto di beni di prima necessità. Per questo abbiamo deciso di destinare la quota del 5 per mille al raggiungimento di traguardi importanti nell’ottica di aiuti economici a quelle famiglie indigenti e sofferenti da tempo”. Il provvedimento verrà reso esecutivo dal dirigente alle Politiche Sociali che attiverà tutte quelle procedure necessarie in favore di persone, individuate di volta in volta sulla scorta di apposite relazioni dell’assistente sociale, ai quali potrà essere erogato un importo massimo di € 2.000,00. “Vogliamo dare concretezza all’idea di una città attenta alle categorie più deboli – conclude l’assessore Cillo – attiva nella risoluzione di quelle che sono le diseguaglianze sociali. Pertanto invitiamo i cittadini a destinare il 5 per mille della loro imposta sul reddito al Comune (C.F. 00184530640) per consentirci di aiutare un numero sempre più elevato di famiglie indigenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*