La Riqualificazione e lo sviluppo del Sannio, legato al tema dell’Alta Velocità/Alta Capacità

È previsto per venerdì 8 giugno dalle ore 10:00, presso il Complesso San Vittorino, piazza Tenente Pellegrini (adiacente piazza Guerrazzi), un importante incontro sulla “Riqualificazione e lo sviluppo del Sannio”, legato al tema dell’Alta Velocità/Alta Capacità nella nuova tratta Napoli–Bari. Un appuntamento realizzato su iniziativa dell’Ordine degli Ingegneri e del suo Presidente, Ing. Giacomo Pucillo, che per l’occasione è riuscito a riunire, in un unico evento, gli operatori istituzionali maggiormente interessati insieme ai vertici di Rete Ferroviaria Italiana. L’intento è quello di aggiornare su un’opera che potrebbe rompere un isolamento e una decadenza economica e sociale, da troppo tempo persistente nelle nostre aree. Ciò a patto, a detta dello stesso Presidente Pucillo, di “creare sistema” attorno a questa fondamentale infrastruttura su cui è necessario prendere piena coscienza delle reali opportunità. Un riscatto possibile che potrebbe, per il futuro, rappresentare la chiave di volta di un cambiamento economico decisivo nelle nostre aree. Particolarmente autorevole l’elenco dei relatori, composto da Filippo Liverini di Confindustria Benevento, Mario Ferraro, Presidente ANCE Benevento, Filippo De Rossi, Rettore Unisannio, Francesco Favo, Direttore territoriale produzione Napoli e Preside CIFI sezione Napoli, Roberto Pagone, Responsabile investimenti Area Sud RFI, Lucio Menta, Responsabile progetto Na-Ba, Salvatore D’Alfonso, Direzione progetti innovativi RFI, Costantino Boffa, Consigliere del Presidente della Regione Campania per le tematiche riguardanti la linea ferroviaria Napoli-Bari. Chiuderanno i lavori i responsabili nazionali di RFI: Aldo Isi, Direzione investimenti RFI e Umberto Lebruto Direzione produzione. Il parterre degli ospiti in sala si prevede ricco di autorità con una rappresentanza particolarmente significativa dei Sindaci il cui territorio è interessato al progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.