La Scandone a Pistoia mostrerà la vera identita’.

scandone giocoSebbene quella fra Avellino e Pistoia sia una sfida abbastanza recente, visto che le due squadre si sono incontrate per la prima volta soltanto due stagioni fa, i biancoverdi possono comunque contare su una tradizione favorevole contro i toscani. Infatti, nei quattro precedenti,  i lupi si sono sempre imposti. A partire dal 20 ottobre 2013, quando per la prima volta la Scandone calcò i legni del PalaCarrara. Finì 75-83 per gli irpini.Un successo in trasferta che la Sidigas ribadì lo scorso anno, quando il 61-68 finale illuse i lupi di una svolta che, dieci giorni dopo, si spense nell’ormai famosa rimonta subita da Brindisi. Al di là delle statistiche, quella la Scandone dovrà superarsi per avere ragione della formazione toscana che quest’anno ha davvero fatto le cose per bene. La Scandone dovrà affrontare la prossima avversaria con uno spirito completamente diverso anche perchè contro Reggio Emilia e Milano, per larghi tratti la squadra biancoverde si è mostrata assente dal parquet. Un cambio di atteggiamento che lo si potrà ottenre solo se tutto il gruppo lavorerà compatto, se tutti daranno il loro contributo in campo. La Scandone dovrà cercare di non farsi battere in transizione e soprattutto dovrà cercare di mantere bassi i ritmi in quanto i toscani forti anche del primo posto in classifica e dell’entusiamso dei tifosi punteranno su una partenza sprint. Avellino dovrà giocare la sua pallacanestro, mettendoci energia nell’arco die 40 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*