La Scandone all’esame della Vanoli Cremona

scandone fotosq1uadraLa Scandone contro Torino ha conferato di essere in crescita. Soltanto due settimane fa la formazione biancoverde occupava alapenultimapiazza della classifica. L’intervento sul mercato ha cambiato volto in pochi giorni alla formazione biancoverde e le vittorie con Varese e Torino hanno permesso alla scandone di riavvicinarsi a quel sogno chiamato Final Eight di Coppa Italia. I risultati consentono allacompagine di coach Sacripanti di tenere a vista quell’ottavo posto che dista soltanto due lunghezze. La strada è ancora lunga in quanto sino al giro di boa, previsto per il 3 gennaio 2016 col match casalingo contro Venezia, la Sidigas dovrà giocare altre tre gare di cui due sono scontri diretti. I segnali di crescita tuttavi, andranno confermati a partire dalla trasferta di domenica a Cremona che lo stesso coach degli irpini ha avuto modo di osservare da vicino ieri sera nel vittorioso posticipo con Cantu’. Uno dei segnali che la stagione sia arrivata al possibile punto di svolta è stato l’innesto di Marquees Green che ha saputo dare equilibrio fra i reparti e le piacevoli conferme che sono arrivate da James Nunnally ed Ivan Buva. Entrambi non rappresentano piu’ l’eccezione ma la regola di un asse che da solo ha prodotto piu’ della metà dei punti iscritti a referto dai lupi. Nunnally sta salendo in cattedra gara dopo gara, beneficiando anch’egli al pari di Acker della presenza di un playmaker puro in grado di saper gestire i tempi della partita e innescare i propri compagni. Con un ritrtovato entusiasmo ed un Ragland da inserire nel meccanismi, la Sidigas puo’ diventare la vera sorpresa della Regular season.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*