La Scandone vuole invertire la tendenza.

sacripanti-alberaniCresce l’attesa per la prima gara stagionale della Sidigas Avellino che domenica pomeriggio terrà il proprio debutto in campionato contro la Consulting Pesaro al Paladelmauro. I biancoverdi domenica hanno conluso i tornei del precampionato in cui diverse sono state le indicazioni emerse. Dalla possibilità che la Scandone possa essere una squadra pericolosa al tiro da tre punti con i vari Veikalas, Leunen e Blums oppure fare la voce grossa sotto le plance con un giocatore come Riccardo Cervi. Nell’ultimo torneo andato in scena in Germania, l’ex Reggio Emilia ha dimostrato di essere un elemento fondamentale nel pitturato attraverso una serie di situazioni di gioco che lo hanno reso un fattore positivo , rivelandosi un’aggiunta in piu’ in difesa quando c’è stato da sporcare i tiri degli avversari. Per Sacripanti e lo staff tecnico la si puo’ considerare una buona notizia in chiave futura. La Scandone ancora non è una macchina perfetta, nonostante le buone indicazioni emerse nel precampionato. Dalla vittoria nel trofeo Vito Lepore sta venendo fuori lentamente l’identità della Scandone immaginata e studiata dal direttore sportivo Nicola Alberani e da coach Sacripanti, un roster che fonda la sua forza sullo spirito di gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*