L’Aipa risponde alle dichiarazioni dell’assessore Preziosi

Le dichiarazioni dell’assessore ai lavori pubblici che minaccia di spostare i fondi destinati al completamento del centro autismo ad altra opera in risposta allo sdegno dei genitori nel sentirsi servire l’ennesima data di consegna lontana un anno, non ci sorprendono, anzi pensiamo che questa volta l’assessore si sia finalmente fatto scappare la verità. Nella sua mente il centro non è assolutamente una priorità e non c’è nessun vero interesse a dare risposte, altrimenti, proprio ora che le decisioni dell’ASL fanno correre il rischio che la struttura, costata 4 milioni di euro pubblici, diventi un contenitore vuoto, si sarebbe dovuto fare in quattro per aprirlo nel più breve tempo possibile.
Il suo annuncio non ha niente di atto amministrativo, oltretutto preso senza consultare nessuno. Sa invece di atto intimidatorio, di minaccia. Descrive la prepotenza dell’uomo forte della sua posizione che, dalla sua scrivania di comando, ritiene di poter rispondere in modo arrogante, scavalcando sindaco, giunta e consiglio comunale e senza la minima sensibilità sociale. Gli ricordiamo che è al suo posto perché nominato e non eletto, ma non per questo può ritenere di non dover dare conto ai cittadini e confermiamo la richiesta di dimissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.