L’Audax Cervinara contro il Sorrento per continuare la corsa in vetta.

Vuole continuare la corsa in vetta alla classifica il Cervinara. La formazione caudina affronta al “Canada” il Sorrento, in una condizione psicofisica veramente invidiabile. Queste quattro partite giocate hanno visto all’opera una squadra equilibrata in tutti i reparti, che gioca e diverte e che quindi meritatamente si trova in testa alla classifica in condominio con l’Agropoli. Stanno recuperando anche la migliore condizione Marco Ciampi, registra della difesa, e anche Alessio Befi al cui crescita è evidente dopo i problemi fisici di inizio stagione. Con il Sorrento non è una partita affatto scontata. Nonostante la partenza no dei rossoneri, che solo domenica con il Nola, e su calcio di rigore sono riusciti ad ottenere i primi tre punti in classifica, la gara non è affatto scontata. Il Sorrento ha in organico individualità importanti che vanno contrastate nel modo giusto, ed ora con il morale in crescita, il tutto va considerato con molta attenzione. Il Cervinara senza farsi prendere dall’ansia deve fare la sua partita, giocare come sa, se farà questo per il Sorrento non sarà agevole difendersi. E proprio la fase difensiva sembra il tallone di Achille dei sorrentini, cinque gol subiti e solo tre realizzati, di cui il Cervinara deve approfittare. Per i caudini due gare importanti, infatti dopo il Sorrento c’è la trasferta contro l’Agropoli, un passaggio importante per il campionato dei biancoazzurri. Per quanto riguarda la formazione non ci dovrebbero essere variazioni rispetto all’undici di Palma Campania, torna dalla squalifica Colarusso, ma appare difficile che mister Iuliano modifichi una squadra che si è mossa come un orchestra sul campo napoletano. Il gioco del Cervinara è imprevedibile, utilizza le due catene delle fasce con assoluta naturalezza, Krivca e Petrone da una parte, Furno e Russolillo dall’altra sono ormai una realtà importante della squadra. Poi l’ottimo rientro a centrocampo di Fusco e il buon momento di Calandrelli sono una garanzia. Per cui Colarusso potrebbe trovare spazio a partita in corsa. Modulo tattico solito 4-2-3-1. D’Inverno tra i pali, terzini Krivca e Furno, centrali Ciampi e Taddeo. Davanti alla difesa Fusco e Calandrelli. Poi Russolillo a destra, Petrone a sinistra e Zerillo dietro al bomber Befi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*