L’Audax Cervinara vuole iniziare bene il girone di ritorno.

C’è molta curiosità di rivedere all’opera il Cervinara. La squadra di Ferraro farà visita al Sant’Agnello che certamente non è la squadra incontrata e superata ad inizio di campionato. Questi giorni di vacanza sono serviti ai biancoazzurri per mandare giù qualche boccone amaro che la parte finale del girone di andata ha riservato. Tre sconfitte in quattro partite hanno un po’ frenato i caudini che ora intendono ripartire come se fosse l’inizio di campionato. Va detto comunque che il campionato del Cervinara è da considerare assolutamente positivo, quarto posto in classifica e al momento obiettivo play off conquistato, insomma un girone di ritorno tutto da vivere ora che finalmente tanti giocatori malconci sono sulla strada del recupero. Tutti aspettano di vedere il Cervinara al completo, con la coppia Zerillo-Befi in campo, con il ritorno di Russolillo sulla fascia, con i nuovi arrivati Fusco e Furno che hanno lavorato tanto per oliare i meccanismi di gioco con i nuovi compagni. C’è tanta fiducia nell’ambiente e questa gara con il Sant’Agnello è un test probante. Si torna in costiera sorrentina per quarta volta, due gare, coppa e campionato con il Sorrento, campionato con il San Vito Positano, e qui il Cervinara non si può dire che sia stato fortunato, tornando a casa solo con il pareggio di coppa dopo la vittoria scippata. Evidentemente ci vuole maggiore personalità, è quello che si aspetta di vedere oggi in campo contro un avversario che apparso ad un certo punto spacciato ha avuto la forza di riprendersi e scalare posizioni di classifica. Non è una partita facile, questo Ferraro lo sa e le contromosse a mister Nardo le avrà già studiate. Intanto è certamente positivo il fatto che il tecnico cervinarese ha tutti a disposizione escluso Colarusso squalificato. Le due amichevoli disputate contro San Martino e Grotta sono servite a ripassare meccanismi tattici e movimenti, e tutti sono apparsi motivati e in buone condizioni. In campo con il solito 4-3-3. Partendo dall’attacco rivedremo insieme finalmente Russolillo a destra, Zerillo a sinistra e Befi al centro. Per i tre di centrocampo, certi Saginario e Fusco, per il terzo posto ballottaggio tra Greco e Parente, con il primo leggermente favorito. In difesa, per la questione under, in porta dovrebbe giocare il giovane De Luca al posto dell’over Vigliotti, con Liguoro e Furno esterni e Calabrese e Pepe centrali. Per la scelta Vigliotti invece la conseguenza è quella di schierare il 99 Calandrelli a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*