L’Avellino a Vicenza con novità in tutti i reparti.

Sabato al “Romeo Menti” l’Avellino potrebbe presentarsi con novità in tutti i reparti. Il tecnico di Montebelluna ha sperimentato contro il Montesarchio due coppie centrali, Rea-Migliorini e Biraschi-Chiosa, ma alla fine dovrebbe propendere per la conferma del duo Biraschi-Rea che ben si è comportato contro il Bari. Sulle fasce, la novità assoluta dal primo minuto dovrebbe essere rappresentata dall’impiego di Pisano che ha smaltito il guaio muscolare al gluteo ed è stato impiegato a destra nel primo tempo. L’ex Cagliari è pronto a scendere in campo dal primo grazie ad un recupero lampo lasciando di fatto a Visconti e Nica il duello per la fascia mancina. Il laterale emiliano e quello rumeno si sono alternati nel ruolo e saranno presumibilmente in ballottaggio fino all’ultimo. Nei due schieramenti difensivi provati in amichevole non figura Jidayi che Tesser sembra aver intenzione di confermare in mezzo al campo dopo il turno di stop per squalifica. L’ex capitano della Juve Stabia è stato infatti piazzato davanti alla difesa con Paghera e Gavazzi ai lati. Arini, schierato nella ripresa insieme a D’Angelo e D’Attilio, è comunque saldamente in corsa per una maglia da titolare. Per quel che riguarda la trequarti, Tesser non ha potuto disporre di Bastien fermato da un lieve problema al ginocchio sinistro. Insigne e Sbaffo, mattatore del test con la formazione caudina, si sono alternati tra le linee lanciando segnali all’allenatore che per la seduta tattica di domani spera di riavere il folletto belga ai propri ordini. In attacco, si va verso un momentaneo accantonamento di Castaldo, con spazio a Joao Silva e Mokulu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.