L’Avellino becca quattro gol dal Trastevere.

L’Avellino rimedia quattro schiaffi dal Trastevere, esce suonato dallo scontro al vertice e si allontana dal primato ora a otto lunghezze virtuali di distanza per via della gara in meno dei capitolini. Un match diventato ben presto un incubo con gli squilli di Tajarol e Sannipoli abili a sfruttare il solito imbarazzo difensivo della formazione di Graziani sulle palle inattive. La reazione biancoverde c’è stata ma è durata poco e così il Trastevere ha potuto banchettare ancora ad inizio ripresa mortificando l’avversario con il solito Sannipoli ben appostato sull’intervento non irreprensibile di Lagomarsini. La domenica horror dell’Avellino però ha riservato anche il poker su rigore di Lorusso mandato sul dischetto da Nocerino franato su Panico. E’ stata la ciliegina su una torta mal riuscita, resa un po’ meno amara dal gol di Sforzini. La festa a casa dell’Avellino l’ha fatta il Trastevere sempre più capolista meritatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.