L’Avellino esce raffozrata dal calciomercato.

La sessione estiva di calciomercato si è chiusa ufficialmente alle 23 di ieri sera. L’ultimo contratto depositato è stato quello che sancisce la cessione di Angelo Rea al Messina. Il difensore saluta l’Avellino e fa ritorno in riva allo Stretto dopo 8 anni: ha firmato un biennale. L’addio di Rea si somma a quello Alessandro Sbaffo che si è trasferito alla Reggiana. Accantonata la pista Simone Pecorini, non ascoltate le sirene del Parma per Davide Gavazzi. In casa Avellino c’è ancora disponibile un posto nella lista over e c’è Giuseppe Zampano, che ha appena rescisso dal Crotone, libero: è possibile tesserare svincolati anche a campionato in corso. Per Zampano l’Avellino deve vincere la concorrenza della Viruts Entella che sembra molto vicina al cursore di fascia mancina. L’ultimo giorno di trattative si chiude dunque con tre acquisti e tre cessioni:presi dall’Atalanta Djimsiti, Molina e Ardemagni; salutano Biraschi, Rea e Sbaffo. L’Avellino sbanca il mercato a Milano grazie al triplo colpo ad effetto con la collaborazione dell’Atalanta. L’ultima giornata di calciomercato è stata un’escalation di sussulti per i tifosi biancoverdi che adesso sognano in grande con gli innesti di Ardemagni, Molina e Djimsiti. Un mercato che per la squadra biancoverde chiude con segno positivo ed è stata la migliore risposta della società alle critiche avanzate da una parte della tifoseria. Gli obiettivi non cambiano comunque e lo ha ribadito il co-patron Michele Gubitosa: “Abbiamo svolto un ottimo lavoro sul mercato ma rimaniamo con i piedi per terra, il nostro obiettivo resta la salvezza. Eravamo tranquilli e sapevamo di poter inserire in organico gli elementi funzionali al nostro progetto. Siamo convinti di meritare qualcosa in più in fatto di abbonamenti e allo stesso tempo che i nostri tifosi sapranno apprezzare i sacrifici che la società ha fatto sul mercato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*