L’Avellino riparte da Toscano, cercando di evitare errori.

L’Avellino dunque riparte da Mimmo Toscano cercando naturalmente di evitare gli errori commessi con la gestione Tesser. La prossima sarà un’annata importante per la credibilità del patron Taccone che si gioca tutto. L’arrivo dell’ex tecnico di Ternana, Novara e Cosenza alla guida dei lupi potrebbe anche portare ad un ripensamento di quelli che erano i programmi della società sul fronte delle cessioni. Contro il cesena al Partenio lombardi, si concluderà un campionato che francamente ha deluso ogni aspettativa. Dopo aver visto sfuggire la serie A per un pallone finito sulla traversa, i tifosi si sarebbero aspettati una squadra piu’ competitiva ed in grado di lottare per la serie A. Ed invece Castaldo e compagni hanno raggiunto la salvezza alla terz’ultima giornata. Dopo la sfida di venerdi sera con i romagnoli, i calciatori biancoverdi continueranno ad allenarsi per altre tre settimane prima del rompete le righe per le ferie estive. Allenamenti ed amichevoli, quest’ultime già definite almeno sul calendario in attesa del programma ufficiale. Dopo l’ultimo appuntamento di campionato con i romagnoli, i lupi beneficeranno di tre giorni di riposo riprendendo a lavorare il martedì successivo. 48 ore dopo, giovedì 26 maggio, è prevista la prima sgambata post season al “Pignatelli” di San Martino Valle Caudina contro il Cervinara fresco di promozione in Eccellenza. Il secondo step l’1 giugno contro un avversario ancora da definire. Terza tappa del tour in provincia il 9 giugno a Teora contro una rappresentativa locale: sarà l’occasione per omaggiare l’inaugurazione di un club di tifosi nel piccolo centro dell’Alta Irpinia. La società ha anche confermato che la sede del ritiro precampionato sarà ancora una volta Sturno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*