L’Avellino, vuole stringere i tempi per gli obiettivi di mercato.

L’Avellino stringerà il cerchio per chiudere diverse trattative in attesa del 1° luglio, quando il calciomercato aprirà ufficialmente i suoi battenti. Diverse le intese ormai raggiunte da tempo mentre in queste ore si cercherà di limare le trattative piu’ spinose. Il primo tavolo attorno al quale sedersi sarà quello dell’Inter, che ha dato il si al trasferimento del difensore Isaac Donkor classe ’95 e dell’esterno di centrocampo Niccolò Belloni classe 94, mentre sembra piu’ difficile la trattativa per Ionut Radu del 1997 che potrebbe alla fine restare in nerazzurro come secondo di Handanovic. Le alternative a Radu sono Lorenzo Montipò classe 1996 di proprietà del Novara e che nella passata stagione ha giocato con la Robur Siena, il classe 1998 della Roma Lorenzo Crisanto, e sopratutto, un altro diciannovenne: Andrea Zaccagno del Torino. I piemontesi, hanno già dato il proprio via libera per l’arrivo alla corte di Domenico Toscano dell’estremo difensore padovano, con la ferma convinzione di poter valorizzare, in Campania, un altro prodotto del proprio vivaio. Si attende solo la firma dei contratti per Leonardo Gatto e Patrick Kojo Asmah, rinforzi per attacco e fascia sinistra ottenuti dall’Atalanta, che andranno a fare compagnia all’esterno d’attacco Idrissa Camará, prelevato dalla Correggese, e al mediano Stephane Omeonga, questi ultimi due hanno già siglato gli accordi pluriennali proposti dalla dirigenza irpina. La dirigenza si sta anche interessando a qualche elemento che possa far fare un salto di qualità al reparto avanzato o in caso di partenza di Castaldo o Mokulu. In questo caso l’obiettivo è puntato su Guido Marilungo e Nicola Ferrari della Virtus Lanciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*