Lavoro nero multato il titolare di un bar.

Dopo il controllo al ristorante di Volturara Irpina (AV) chiuso per mancanza dei requisiti igienico sanitari previsti per i locali adibiti al confezionamento ed alla somministrazione di alimenti, alcuni dei quali scaduti ed avariati, sono continuati i servizi dei Carabinieri di Montella nel settore della ristorazione, finalizzati alla tutela della salute pubblica, al contrasto del lavoro irregolare ed all’accertamento di quelle violazioni commesse in materia di igiene e sicurezza sui luoghi del lavoro.
Nell’ambito di tali controlli, i Carabinieri della Stazione di Caposele hanno coadiuvato gli Ispettori della Direzione Provinciale del Lavoro di Avellino, nel controllo di svariati esercizi pubblici: bar, ristoranti, agriturismo e country house presenti nelle zone turistiche della giurisdizione meta, nei fine settimane, di clienti provenienti sia dagli altri comuni della provincia che dalle vicine province di Napoli, Salerno. Nel corso dell’accesso in uno di questi esercizi pubblici, un bar nella Frazione Materdomini di Caposele, destinazione preferita di fedeli e pellegrini che venerano San Gerardo Majella, i militari dell’Arma hanno constatato diverse violazioni: 2 baristi “in nero”, perché mai assunti dal titolare del ristorante, ed un familiare che lo aiutava, senza aver mai comunicato la collaborazione all’INAIL. Per tale motivo, al datore di lavoro sono state comminate sanzioni amministrative oblabili con il pagamento in misura ridotta di una somma pari a 4.500 euro. Oltre agli illeciti amministrativi, sospesa anche l’attività imprenditoriale, provvedimento revocato con la regolarizzazione della posizione lavorativa dei dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*