L’Enel notifica al Comune di Roccabascerana un decreto ingiuntivo di 98 mila euro.

Un nuovo decreto ingiuntivo è stato notificato al comune di Roccabascerana. Questa volta, il provvedimento ha come mandatario l’Enel e l’importo è pari a 98 mila euro. Anche se può sembrare molto strano, nel biennio 2011 /2013, alla società elettrica non sono state mai pagate le utenze di competenza comunale. E’ l’ennesima ingiunzione che si è palesata al sindaco Roberto Del Grosso e alla sua giunta che, oramai, sembrano non meravigliarsi più di nulla. Il dissesto continua a presentarsi come un pozzo senza fondo, anche se, a parte questi ultimi colpi di scena, entro la fine dell’anno,le casse comunali dovrebbero tornare in ordine. Per quanto riguarda, il mancato pagamento delle utenze Enel, a breve, per come stanno messe le cose, dovrebbe arrivare anche un’altra ingiunzione di pagamento per il biennio 2013<2015. Dal 2016 in poi, le cose sono state rimesse tutte in ordine, in concomitanza con l'elezione di Del Grosso. Ma il pregresso deve essere saldato e, a queste ingiunzioni, non ci si può opporre, perché sono tutte regolari. Certo,ci si meraviglia e non poco a non vedere saldate le bollette da parte proprio di un ente pubblico. Ma, non bisogna dimenticare che, proprio nel 2016, gli uffici comunali di Roccabascerana furono oggetto di un'inchiesta penale che culminarono con il licenziamento di una dipendente che svolgeva proprio il compito di ragioniera. Insomma, anche la parte politica precedente non può essere chiamata in causa più di tanto, anche se, probabilmente, c'era bisogno di un maggiore controllo. Del Grosso, comunque, ha deciso di spiegare tutte queste vicende ai cittadini, compresi gli ultimi colpi di scena. Da domani, giovedì 18 ottobre, inizieranno una serie di incontri tra l'amministrazione e la cittadinanza. E, visto che Roccabascerana, è composta da tante frazioni, la giunta si recherà proprio in nei luoghi di aggregazione di queste ultime. Si comincia con Tufara Valle, la frazione che corre lungo la strada statale Appia,. L'incontro si farà nell'oratorio della chiesa del Santissimo Rosario. Attenzione, con i cittadini non si confronteranno solo sindaco, giunta e consiglieri di maggioranza., Del Grosso ha voluto che partecipassero anche gli impiegati del comune anche per spiegare meglio cosa vuol dire un comune in dissesto. All' amministrazione, infatti, vengono mosse critiche circa una sorta di immobilismo. Ma, Del Grosso ha buon gioco nel rispondere che vorrebbe vedere chiunque all'opera, dopo aver pagato una ingente massa debitoria, come quella che ha ereditato con il dissesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.