Lettera di un operaio forestale della Comunità Montana Valle Ufita

comunita' montana ufitaIl sottoscritto Granato Francesco, dipendente di questo ente a termine indeterminato, padre di tre figli invalidi tra cui l’ultimo autistico grave. Mi trovo in una situazione di grave disagio economico, dato che sono circa 35 mesi di mancato pagamento degli stipendi, tra cui sono noto per vari gesti estremi di tentato suicidio, che grazie all’intervento dei carabinieri che mi hanno fatto desistere da questi gesti, e oggi mi ritrovo nella stessa situazione dopo aver fatto varie denunce e rivolto a diversi ufficio competenti, sia in ambito lavorativo che politico non avendo alcun intervento.
Detto questo, il paradosso di questo ente è che oggi ha pagato le ditte, i fornitori e la maggior parte degli operai rimanendo fuori dai pagamenti circa dieci operai, nonostante i vari reclami.
Per tanto, io mi chiedo se questo ente può avere questo comportamento di discriminazione per la legge, la mia fortuna è che mi stanno vicino solo ed esclusivamente i carabiniere e la Caritas che stanno cercando di aiutarmi. Io mi vergogno di essere un lavoratore italiano e mi pongo delle domande, quali sono, dov’è la procura e dove sono tutti gli uffici competenti? Mi fa capire che la legge non esiste per gli onesti lavoratori. Detto questo non o più niente per mangiare la mia famiglia, ne per pagare le bollette, ne anche per andare a lavorare vi prego aiutatemi prima che succeda qualcosa di grave
Distinti saluti e spero in un vostro intervento, perchè per me è un grido di aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*