Linea ferroviaria Valle Caudina: da lunedi soppressi diversi treni.

Una linea ferroviaria che, a questo punto, si può considerare chiusa a tutti gli effetti. Per lunedì 26 febbraio, la Eav, società regionale che gestisce la tratta Benevento- Napoli, via Valle Caudina, ha soppresso i treni in partenza dal capoluogo sannita alle 5,00, alle 8,00 e alle 12 e 59, stessa cosa per quelli del ritorno delle 7 e 22, 13 e 20 e 16 e 20, in partenza da Napoli. In buona sostanza, si tratta dei convogli che usano i pendolari, studenti e lavoratori che si recano a Napoli. Naturalmente sono stati istituiti i pullman sostitutivi , ma tutti sanno che i torpedoni, per diversi motivi, impiegano almeno trenta minuti in più per recarsi a destinazione. Ci saranno, quindi, dei grandi disagi per coloro che devono raggiungere in tempo il posto di lavoro o recarsi a lezione all’università. Sono subito insorti i viaggiatori ed i sindacati. Quest’ultimi hanno chiesto e già ottenuto un incontro urgente che si terrà nel pomeriggio di lunedì presso l’Eav. Del resto, i dipendenti già da tempo lamentano una completa assenza da parte dei dirigenti della società regionale sul territorio. Anche questa mattina, quando è stato comunicata la soppressione, è arrivato solo un ordine di servizio da Napoli, senza alcuna altra spiegazione. La vicenda è davvero incredibile, da ogni punto di vista. A quanto pare, la soppressione si è resa necessaria due motivi. Innanzitutto per carenza di materiale che nel linguaggio delle ferrovie significa che non ci sono convogli a disposizione. Il secondo motivo, invece, è determinato da una piccola frana lungo il tragitto e, visto che per lunedì si annuncia maltempo, l’azienda ha disposto che i lavori di ripristino vengano effettuati dopo questa perturbazione meteo, in barba alle esigenze dei pendolari. Del resto, da anni, le condizioni della linea ferroviaria sono fatiscenti. I due treni nuovi che sono entrati in funzione, lo scorso anno, non sono sufficienti per far trasportare tutti i viaggiatori. I vecchi, invece, sempre più spesso si fermando durante il viaggio, a causa di guasti tecnici. E, quando su i treni tutti va bene, è la strada ferrata a causare seri problemi. I pendolari hanno cercato di portare questa vicenda all’attenzione di tutte le autorità preposte, ma mai nessuno si è interessato veramente della questione. Nella comunicazione dell’Eav, si annuncia la soppressione dei convogli, e non viene comunicato nemmeno la durata del provvedimento. Un altro chiaro segnale dell’attenzione che viene riposta alla gente che è costretta ad usare il treno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.