Linguaggi e incontri multiculturali

Si conclude venerdì prossimo 29 aprile alle ore 21.00 nella chiesa di S. Maria La Nova il tour I COLORI DELLA MUSICA. Film/documento e set acustico di Enzo Avitabile in sinergia con il pubblico, una formula che ha riscosso consensi ed apprezzamento dal pubblico che ha seguito numeroso le tappe precedenti. Ma questo ultimo appuntamento è una chiusura col botto. Oltre alla proiezione del film del regista premio Oscar Jonathan Demme dal titolo “Music Life” sulla vita artistica di Enzo Avitabile a cui seguirà l’incontro con il protagonista ed un set di musica live, con il musicista di Marianella saranno sul palco l’artista irachena Aida Nadeem con il suo sound arabo metropolitano ed ancora Ashraf Sharif Khan, musicista pakistano figlio d’arte che ha rivalutato le tradizioni ritmiche e melodiche asiatiche. I Colori della Musica è un progetto ideato e curato dall’Associazione Musicant con il supporto della Regione Campania. “Coloriamo ulteriormente questa rassegna – spiega il direttore artistico Francesco Sorrentino – con un incontro spettacolare tra Enzo Avitabile e due grosse espressioni musicali asiatiche dimostrando come la musica diventa linguaggio comprensibile ad ogni stato d’animo. Abbiamo portato questo progetto nelle cinque province della Campania partendo da Ischia, fino a Lioni, siamo stati a Salerno, abbiamo realizzato un incontro didattico ad Arzano, la rassegna è stata anche a sant’Agata dei Goti ed a Caserta. Oggi concludiamo questa prima edizione nello splendido scenario di S.Maria La Nova e ci prepariamo ad un nuovo e più arricchito tour”. Enzo Avitabile ha accompagnato con entusiasmo questo progetto didattico musicale che lo ha visto dialogare in musica con il suo pubblico. Nei suoi colloqui con gli spettatori spesso ha sottaciuto le parole rispondendo con il suo sassofono. “E’ stata un’esperienza coinvolgente e soddisfacente – ha precisato Avitabile – perché la musica ha raccontato stati d’animo, sensazioni semplici che solo il suono e la parola possono esprimere in una comprensione semplice e naturale di qualsiasi linguaggio perché si colora di note e di ritmi. Ecco a cosa portano i colori della musica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*