Con l’inizio dell’anno scolastico al via i controlli delle forze dell’ordine davanti alle scuole.

Con la riapertura delle scuole, si innescano diversi meccanismi per garantire la sicurezza degli studenti. Si rafforzano da domani, i controlli delle forze dell’ordine intorno a tutti gli edifici scolastici. I pericoli per i nostri ragazzi possono essere tanti ed allora, le forze dell’ordine in modo coordinato, saranno presenti con pattuglie in divisa, ma anche con personale in borghese. La preoccupazione maggiore arriva dall’aumento del consumo delle droghe leggere. Oramai è un dato di fatto, soprattutto per i ragazzi che frequentano le scuole superiori. E, proprio gli istituti superiori possono attirare l’attenzione di spacciatori, i quali non hanno problemi a trovare clienti. La diffusione di sostanze stupefacenti non è un problema che può riguardare solo le forze dell’ordine. Carabinieri, polizia e guardia di finanza sono chiamati al contrasto dello spaccio, ma oltre a reprimere e ad informare non possono fare. La prima prevenzione si dovrebbe fare in famiglia. Ma, sempre più spesso, i genitori preferiscono far finta di non vedere quando i loro figli si ritirano strafatti. Così, spesso succede che è proprio la scuola a dover supplire a queste carenze. Attenzione da parte delle forze dell’ordine anche al cyberbullismo che sta mietendo sempre più vittime tra gli adolescenti. Ed anche qui, se le forze dell’ordine sono chiamate alla repressione, la scuola, invece, deve essere pronta alla prevenzione. Ed, infatti, tantissime iniziative sono in campo per vigilare e per spiegare ai ragazzi l’uso positivo dei social e di tutto il resto che riguarda la sfera del web. Insomma, domani inizia un altro anno scolastico, con una sola certezza c’è la scuola, una degli ultimi baluardi a difesa dei valori sani e di quelli giusti. Magari una maggiore collaborazione con gli insegnati e tutto il personale scolastico non guasterebbe di certo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*