Lo ripetiamo da mesi: inutile continuare la farsa della Città Caudina.

Delusione e amarezza per l’assenza di sindaci e consiglieri delegati all’assemblea generale dell’Unione della Città Caudina dei Servizi.L’appuntamento era stato fissato a Pannarano nell’ambito delle assemblee itineranti volute dal presidente Michele Napoletano, sindaco di Airola. Su trenta consiglieri, ad un’ora dall’apertura della seduta, ne erano presenti solo quattordici, arrivati poi a quindici. Assenti, tra gli altri, i sindaci dei comuni più grandi come Cervinara e Montesarchio. Ma, non vi hanno preso parte anche i primi cittadini di paesi come Rotondi e Moiano. Il presidente Napoletano ha voluto comunque aprire una discussione ed ha annunciato che per martedì prossimo convocherà una giunta per chiedere espressamente ai sindaci se hanno intenzione di continuare o meno in questo percorso dell’Unione. In caso di risposta negativa Napoletano è anche propenso a ridurre il numero di aderenti al progetto comunitario. Infatti, ci ha dichiarato: “In caso di mancata adesione sarà certamente un’associazione più piccola, ma noi vogliamo continuare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.