Lombardi: quando il Montesarchio mi chiama io rispondo

“Quando il Montesarchio mi chiama io rispondo. Sono contento che si sono nuovamente accorti di me, anche se il mio impegno per i colori della squadra del mio paese non è mai cessato, ho lavorato con i ragazzi, ritengo con buoni risultati. So che il mio ritorno è stato sollecitato anche dai tifosi, e questo mi rende particolarmente felice, metterò il mio massimo impegno per cercare di confermare quello che di buono sono riuscito a fare in passato.” A parlare è Antonio Lombardo che dopo qualche anno torna sulla panchina del Montesarchio e tra tante difficoltà cerca di stimolare ambiente e squadra puntando sul segna di appartenenza. “Si, la nostra forza è che siamo quasi tutti di Montesarchio, dobbiamo trasferire in campo la grande voglia di lottare per il nostro paese, fare in modo che il nostro campionato non sia anonimo ma tale da risvegliare i vecchi entusiasmi del nostro paese. Come è noto la società sta facendo grossi sacrifici per mantenere questa categoria, noi dobbiamo ripagare questa fiducia impegnandoci allo spasimo. Il Campionato di Promozione non è facile, lo conosco bene, da giocatore ho vinto due campionati, con l’Atripalda ed il Durazzano, so come bisogna comportarsi. Poi arriva la novità del girone A, un girone che io non conosco, per me un’incognita, ho cominciato a capire qualcosa dalla prima gara di coppa di domenica scorsa contro il Vitulazio e devo dire che è un modo di giocare molto diverso da quello praticato nel girone avellinese. Maggiore fisicità, gioco molto quadrato e difficile da interpretare. Non voglio sentire parlare di salvezza tranquilla, lo vedo un obiettivo riduttivo, abbiamo un organico all’altezza con tanti giocatori esperti, e poi molti giovani che dobbiamo valorizzare ed il campionato deve rappresentare il trampolino di lancio. Intanto domenica abbiamo vinto bene, ho avuto una buona risposta dalla squadra, nonostante siamo ancora a corto di preparazione, abbiamo giocato con intelligenza utilizzando in maniera cinica le nostre caratteristiche.” Ora il Montesarchio è atteso dall’esordio in campionato, la prima sarà in trasferta contro la matricola Teano di cui si parla un gran bene:” Si andiamo a Teano dove peraltro io ho giocato, ho avuto qualche notizia, e si parla di una squadra che si è rinforzata e punta a fare bene, ma ripeto il Montesarchio ha un grande obiettivo, quello di coinvolgere e stimolare l’intero paese nella sua avventura, per cui qualsiasi avversario affronteremo daremo il massimo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.