Lotta all’evasione, continua l’attività di accertamento a San Martino V.C.

francesco-sorrentinoL’Amministrazione comunale di San Martino Valle Caudina è impegnata a proseguire nell’attività di lotta all’evasione fiscale. E’ quanto fanno sapere in una nota congiunta, Francesco Sorrentino, con delega al bilancio e Luca D’Onofrio, assessore ai tributi. La scelta di utilizzare soggetti esterni per affiancare gli uffici negli accertamenti è confermata. La revoca dell’affidamento alla Gosaf si è resa necessaria a seguito della perdita dei requisiti a svolgere attività di riscossione tributi. L’amministrazione si è subito attivata per selezionare un nuovo partner. Si deve precisare che l’attività di accertamento fino ad oggi effettuata ha prodotto risultati più che positivi. Per la prima volta il comune di San Martino nel 2008 e 2009 ha emesso accertamenti per mancati versamenti ICI per complessivi 190 mila euro. Alle emissioni dei ruoli ha fatto seguito un’attività di confronto con i contribuenti che ha portato, in alcuni casi, alla regolarizzazione anche delle annualità successive. Si sono conclusi numerose transazioni con i cittadini (accertamenti con adesione). Sono stati annullati gli avvisi erroneamente emessi. Per gli avvisi non incassati e ritenuti legittimi dall’ufficio sono in atto le azioni esecutive. Complessivamente sono entrate nelle casse dell’Ente ad oggi circa 90 mila euro. Tutto questo durante l’affidamento al concessionario Gosaf dell’attività di accertamento. Sarebbe un errore ritenere i problemi che hanno determinato la revoca delle attività e il default finanziario della Gosaf la prova che la scelta di affidare all’esterno gli accertamenti sia stato un errore. Viceversa la scelta è stata proficua perché ha prodotto maggiori entrate, lotta all’evasione fiscale e nessun danno per l’Ente. Su questa linea si proseguirà anche per il futuro con l’obiettivo di emettere gli accertamenti Ici 2010 entro dicembre di quest’anno.
Intanto si stanno recapitando gli avvisi bonari Tari 2015, direttamente ad opera dell’Ufficio Tributi comunali, con una lieve riduzione delle tariffe e l’applicazione dello sconto del 30% a bar ristoranti e ortofrutta che sono stati i più penalizzati lo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*